Guida al prelievo

Linee Guida per un Corretto Prelievo

Ci sono abitudini e comportamenti che influiscono sugli esami del sangue…

Importante:

Le persone sottoposte a terapia (ad esempio con medicinali per il cuore, il diabete, l’artrosi, l’ansia e la depressione ecc.), devono seguire le indicazioni del proprio Medico.

Gli esami di laboratorio vanno eseguiti preferibilmente a digiuno

Questo e’ strettamente necessario per la determinazione di alcuni esami in particolare: la glicemia, colesterolo e trigliceridi, la sideremia, l’acido folico e la vitamina B12, l’insulina, gli acidi biliari, anticorpi in genere, il PSA.

L’eccessivo digiuno, oltre le 24 ore, e’ anche da evitare per la conseguente diminuzione della glicemia ed aumento della bilirubina.

Alcuni esami particolari, come la raccolta delle feci, il dosaggio della 5-idrossitriptamina, etc. etc., richiedono diete specifiche

L’assunzione di cibi e bevande influisce sulla concentrazione sanguigna di molte sostanze. Ad esempio: un’abbondante cena a base di cibi grassi la sera prima del prelievo, può aumentare sensibilmente la concentrazione dei trigliceridi.

D’altra parte anche un digiuno prolungato altera la concentrazione di molte sostanze. E’ quindi consigliabile, in linea generale, consumare una normale cena la sera prima del prelievo ed astenersi in seguito dal consumare altri cibi e bevande.

 

Comportamenti da adottare prima del prelievo :

Fino alla sera del giorno precedente (a circa 10 ore dal prelievo) :

È consentito alimentarsi come di consueto. E’ consentito bere latte o altre bevande, con esclusione di quelle contenenti alcol (max. una bottiglia di birra nell’intera giornata). E’ inoltre consigliato non assumere bevande contenenti caffeina.

Dalla sera del giorno precedente a 3 ore dal prelievo:

Evitare di mangiare e fumare. Durante la notte potete bere un bicchiere di acqua.

Nelle 3 ore precedenti il prelievo:

Non mangiare, bere e fumare. È poi importante:

a)  limitare l’attività fisica (anche recandosi al laboratorio: mai correre, non utilizzare la bicicletta, non camminare oltre i 500 metri)

b)  evitare le situazioni stress (es.: guidare a lungo nel traffico, arrabbiarsi, ecc.)

c)   evitare d’inalare vapori di solventi (es.: benzina, trielina, alcol, ecc. smacchiando, pulendo, verniciando, ecc.).

Nei 15 minuti precedenti il prelievo:

È bene sedersi e rilassarsi. Questo breve periodo di attesa è molto importante per stabilizzare la circolazione del sangue e la concentrazione delle sostanze in esso presenti.

Comportamenti da adottare dopo il prelievo :

Fate una buona colazione.

I pazienti che devono ripetere il prelievo nel pomeriggio ( es: glicemia post -prandiale ) seguano scrupolosamente le indicazioni del Laboratorio.

FATTORI CHE POSSONO INTERFERIRE SUGLI ESAMI DEL SANGUE

Alcool

L’assunzione di alcol provoca alterazioni transitorie e/o croniche di molte sostanze.

Ad esempio entro 2-4 ore dall’assunzione di modeste quantità di alcol si registra una diminuzione del glucosio nel sangue (glicemia). Se l’ingestione di alcol è massiccia ed abituale la concentrazione di molte sostanze viene permanentemente alterata segnalando cosi le patologie legate all’alcolismo cronico.

È quindi più che opportuno limitare il consumo di bevande alcoliche per tutta la giornata che precede il prelievo o, ancor meglio, astenersene completamente.

Caffeina

L’effetto della caffeina sulla concentrazione delle sostanze presenti nel sangue non è ancora del tutto chiaro, anche se il sospetto d’interazione è molto consistente. E quindi logico non assumere bevande contenenti caffeina prima del prelievo (ricordate che non solo il caffè fa parte di questa categoria, ma anche il tè e molte bibite a base di cola).

Attività fisica

L’attività fisica anche modesta: camminare, correre, andare in bicicletta provoca, in generale, un “passaggio” dell’acqua presente nel sangue verso i muscoli. Ciò fa aumentare la concentrazione sanguigna di molte sostanze. I meccanismi coinvolti sono molto complessi e non possono essere riassunti in breve: la cosa importante, ai fini del prelievo, è non arrivare al laboratorio dopo aver camminato, corso o pedalato per lunghi tratti.

Ansia – stress

La tensione che si accumula guidando nel traffico, lo stress conseguente ad una arrabbiatura mattutina o l’ansia che, a volte, precede il prelievo, sono tutti fenomeni che possono alterare.

Fumo

Come per l’alcol anche il fumo provoca sia alterazioni transitorie, sia alterazioni croniche.

Dopo un’ora dall’aver fumato da 1 a 5 sigarette si registra l’aumentata concentrazione degli acidi grassi, del glicerolo libero, dell’aldosterone, del cortisolo ecc.. L’importanza di tali variazioni dipende anche dall’età, dal sesso e dal tipo di fumo (sigarette, pipa, sigari).

È bene astenersi dal fumare almeno dalla sera del giorno precedente il prelievo.

Influenza dell’eta’

Nei primi mesi di vita si hanno modifiche profonde nei valori normali degli esami. Inoltre e’ opportuno valutare se si e’in presenza di bambini prematuri, a termine o se nella prima settimana di vita (vedi valori della bilirubina e dell’emocromo).

Nell’anziano molti valori di laboratorio tendono a modificarsi

E’ facile riscontrare un aumento del colesterolo e dei trigliceridi, della ferritina, del CEA, del PAP, del PSA

Ciclo mestruale e gravidanza

Le condizioni fisiologiche legate ai diversi momenti del ciclo mestruale e alla gravidanza producono sensibili variazioni nella concentrazione sanguigna di molte sostanze. Avvisate sempre il laboratorio del vostro eventuale stato di gravidanza e, soprattutto se dovete eseguire dosaggi ormonali, comunicate la data delle ultime mestruazioni.

Farmaci

Se state seguendo una qualsiasi terapia o se avete assunto un qualsiasi farmaco nelle 24 ore precedenti il prelievo comunicatelo al laboratorio.

 

ALTRI SUGGERIMENTI SULLA PREPARAZIONE AL PRELIEVO

– L’ora più indicata per il prelievo è il mattino, quando l’utente è a digiuno e riposato;

– E’ preferibile che l’utente si presenti il giorno prima del prelievo affinchè sia idoneamente preparato e informato;

– Il laboratorio, per motivi di sicurezza, distribuisce gratuitamente materiale monouso per la raccolta delle urine e delle feci;

– Per la determinazione di alcuni tests (sangue occulto, renina, idrossiprolinuria, test di Nordin), il Laboratorio mette a disposizione una guida per l’alimentazione da seguire per essi;

– Il Laboratorio mette a disposizione dell’utente il proprio servizio cortesia durante tutto l’orario di apertura dello stesso.